Caratteristiche di uno shaker di qualità

Non tutti sono esperti di shaker, e può capitare di doverne comprare uno senza saperne nulla in merito. In questi casi sarà meglio informarsi sul prodotto, e conoscere quali sono i migliori articoli presenti sul mercato, nozioni che possiamo reperire sul sito internet  Top3elettrodomestici.it. Ma cosa dobbiamo notare nel dettaglio per riuscire ad acquistare un articolo di buona fattura?

Per prima cosa dobbiamo avere ben chiaro in mente che genere di shaker intendiamo comprare. Ne esistono di 4 tipi, ognuno con caratteristiche diverse. Per andare sul sicuro possiamo optare per uno shaker Cobbler, molto diffuso e amato dagli acquirenti. Il vantaggio di questo prodotto sta nel fatto che è completo di scolino per filtrare il cocktail. In caso contrario dovremo provvedere a procurarci un ulteriore accessorio, lo strainer, che ci servirà per lo stesso scopo – ma in questo caso dovremo spendere ulteriormente soldi. Se invece siamo dei principianti e quello che vogliamo è fare pratica la scelta migliore potrebbe essere il Tin on tin. Questo shaker si compone di due specie di bicchieri che incastreremo l’uno nell’altro prima di procedere alla mescolazione. Facile da usare, è una soluzione ideale per chi si trova agli inizi. Per ultimo, se ciò di cui abbiamo bisogno è uno shaker capiente allora l’americano (o il Boston shaker) fa al caso nostro. Infatti con un simile strumento è possibile preparare fino a 4 cocktail contemporaneamente.

Una volta decisa la tipologia, dovremo soffermarci sulla scelta dei materiali di costruzione. Il top in questo caso sarebbe uno shaker realizzato in acciaio inossidabile, facile da maneggiare e da pulire, ma questi strumenti hanno un costo elevato. Se si tratta di un accessorio amatoriale e da tenere in casa va benissimo anche uno shaker in plastica dura, sempre molto resistente ma anche abbastanza leggera.

Le dimensioni, o meglio la capienza, dello shaker sono fondamentali, soprattutto se lo stiamo acquistando per scopi professionali. Di media uno shaker può contenere dai 250 ai 500 ml di liquido, ma se vogliamo preparare più bevande simultaneamente dovremo optare per un modello leggermente più capiente. Per contro se ne abbiamo bisogno per singole preparazioni un modello piccolo andrà più che bene.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.